Country Music articoli: Carrie Underwood, la country music e l’omosessualità



Quello che ha detto Carrie Underwood, in un’intervista che ha fatto con The Independent d’Inghilterra, sulla questione dei matrimoni gay fa pensare.

Underwood, che è felicemente sposata con Mike Fischer, rispose ad una domanda posta da un giornalista inglese sulla questione e disse, “Io sono una persona sposata, e non riesco ad immaginare cosa si può provare sentirsi dire che non posso sposare la persona che amo. Sono assolutamente convinta che tutti noi dovremmo avere il diritto di amare, e amare pubblicamente, le persone che vogliamo amare.

“La nostra chiesa è gay-friendly”, risponde lei, che sembra improvvisamente eccitata. “Soprattutto, Dio vuole che noi impariamo ad amarci. Non si tratta di stabilire regole, o [dicendo:] ‘ognuno deve essere come me’. No. Siamo tutti diversi. Questo è ciò che ci rende speciali. Dobbiamo amarci e andare avanti con l’altro. “

Io ho una profonda stima per la Underwood per aver detto  quello che ha detto.

Lei non ha schivato il “problema”.

Lei ha risposto onestamente e in modo semplice.

Lei ha parlato con il cuore.

Questo non è  una cosa facile da fare quando hai davanti una grande carriera in corso, ricordiamo le  Dixie Chicks, che sono state duramente punite per essere andate contro il presidente George W. Bush prima della guerra in Iraq.

Anche , la cui sorella è gay, lo ha fatto anni fa nella sua canzone We Shall Be Free.

Brooks ha scritto,
“When we’re free to love anyone we choose,/
When this worlds big enough for all different views,/
When we’re all free to worship from our own kind of pew,/
Then we shall be free.”

[  “Quando saremo liberi di amare chi vogliamo, /
Quando questo mondo sarà abbastanza grande per le idee di tutti, /
Quando saremo tutti liberi di professare la nostra fede, /
Allora saremo liberi “. ]

Nonostante questi sentimenti, all’interno della comunità country sono visti un pò come l’eccezione che conferma la regola. Nel corso degli anni, sono state diverse le superstar (e anche molte che non hanno mai raggiunto lo status di stella) che si pensava fossero gay, ovviamente senza mai nessuna prova reale, ma francamente noi ci chiediamo, che differenza fa?

Se i brani sono di alta qualità, se cantano bene e in grado di regalare emozioni, qual’è la differenza?

Il popolo  country è sempre stato molto conservatore e legato alla tradizione, Sarebbe il caso di porsi delle domande, pensare che magari la strada più giusta sia creare una “nuova tradizione”.  Infondo neanche la musica country è più come quella di una volta, e noi in primis non siamo certo come i nostri nonni. Forse sarebbe più giusto allargare il  concetto di tradizione in evoluzione, e comprendere che le cose cambiano per vivere e vivono per cambiare.

Brooks e Underwood hanno speso delle bellissime parole su questo argomento, ma noi vogliamo continuare a credere che un giorno non ci sia più bisogno di spendere più nessuna parola su qualsiasi tipo di diversità, in quanto esse sono espressione della vita stessa e come tale vanno amate e rispettate.

J.R

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.