Cowboy & Aliens dal 14 ottobre al Cinema


Cowboys & Aliens

Arizona 1873. Jake Lonergan si sveglia in mezzo alla prateria americana, senza memoria e con una manetta al polso sinstro. Raggiunta faticosamente la cittadina Absolution, Jake viene arrestato dal Colonello Woodrow Dolarhyde, che da lì a poco dovrà anche fronteggiare l’attacco degli alieni. Mentre il cielo del vecchio e polveroso west si riempie di mostri pronti a distruggere la città, Lonergan comincerà a ricordare la sua identità.

.

Un cast d’eccezione per il film che sarà nelle sale cinematografiche dal 14 ottobre: Harrison Ford e Daniel Craig (nei ruoli di Dolarhyde e Lonergan) e Olivia Wilde, donna più sexy del mondo per la rivista Maxim. Il tutto sotto la guida del regista americano Jon Favreau, che sperimenta la combinazione di due generi cult, quello dei cowboy e degli indiani di America con le storie fantascientifiche degli alieni che sbarcano sulla terra.

Il film è tratto dall’omonimo fumetto di Scott Mitchell Rosenberg, che  racconta l’eterna battaglia tra indiani e cowboy, interrotta dall’arrivo di extraterrestri che vogliono impadronirsi del farwest.
Il regista, già famoso per Iron Man (anch’esso trasposizione di un fumetto) mescola dunque l’ambientazione western con scenari fantastici ricchi di effetti speciali. Non a caso la sceneggiatura è di Roberto Orci e Alex Kurtzman, che stanno preparando il grande rientro di Star Trek, vero e proprio media franchise del genere fantascientifico.

Cowboys & Aliens ha una storia lunga 15 anni. Era il 1997 quando Rosenberg concepì questo fumetto, come potenziale contenitore destinato a un adattamento cinematografico. La prima scrittura fu completata nell’ottobre 2001, ma il lavoro si interruppe per una serie di questioni legate ai copyright. Solo 6 anni dopo, nel 2007, l’opera venne ripresa con una nuova sceneggiatura e nuovi attori (per la parte che oggi è di Craig, era stato scritturato Robert Downey Jr, vecchia conoscenza di Favreau ai tempi di Iron Man).

Un movie ambientato nel western ma con scene a metà tra fantasy e azione non può che creare aspettative. Chi l’ha visto in anteprima parla di buona fotografia e giusta regia ma dove l’improbabile prende il sopravvento facendo scadere la pellicola a videogioco. Deludente per qualcuno, da vedere per altri. Anche solo per l’originalità di far convivere (si fa per dire) cowboy e alieni. Negli Stati Uniti il botteghino non sembra essere andato troppo bene. Si vocifera infatti che la pellicola abbia raccolto meno di quanto seminato. Si parla di un guadagno di 72 milioni di dollari contro i 163 a budget. A questo punto non ci resta che aspettare e dire la nostra! Troppo magro Craig? Bellissima la Wilde? Panorami mozzafiato e adrenalina a mille? Casualità o scelta voluta il suono onomatopeico di Jake e Dolarhyde che ricordano i nomi del celebre medico inglese dalla doppia personalità? Lo vedremo dal 14 ottobre…

Aspettiamo commenti, cowboy e cowgirl!

Nell’attesa… God save Country!

.

.

Scritto da:
alisa.bzz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.